Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2016

I Disturbi sessuali come l'impotenza spesso hanno cause psicologiche

DISTURBI SESSUALI E PSICOLOGIA
Un disturbo sessuale - come l'impotenza per esempio-, non è detto che abbiamo una causa "organica" e cioè medica.
La questione è molto, ma molto complessa ma la semplificherò al massimo. Chiedo venia in anticipo per l'eventuale eccessiva semplificazione. L'ECCITAZIONE SESSUALE e la successiva EREZIONE-nel maschio-, avviene quando vi è una stimolazione ( sia fisica, sia visiva, sia mentale, sia uditiva o addirittura olfattiva). 
Questa stimolazione, attraverso il midollo spinale ( quello che corre lungo la nostra schiena), arriva fino al cervello nella zona limbica ( la parte più ancestrale e "primitiva" dell'uomo). Tuttavia quest'area limbica viene anche attraversata da innervazioni provenienti dalla corteccia frontale (l'area che ci fa pensare, per intenderci) e quindi potrebbe essere influenzata anche e SOPRATTUTTO dai nostri pensieri.
Stesso discorso anche per la donna.
Ecco il motivo per il quale, spesso si dice…

Cancro al seno. La diagnosi potrebbe arrivare dal "naso"

CURIOSITA' MEDICHE
ODORI E CANCRO.
Ogni malattia potrebbe avere il suo specifico odore.
In realtà, niente di nuovo, se pensiamo che i medici del passato riconoscevano alcune malattie annusando il respiro dei propri pazienti.
Ippocrate stesso, nel V secolo a.C. utilizzava -tra gli altri strumenti- anche quello di studiare l'odore dei propri pazienti, che poteva essere collegato a specifiche patologie. 
Dopo secoli, le moderne nanotecnologie per studiare scientificamente la correlazione odore-malattia, si sono servite di un "naso elettronico".
Praticamente, questo strumento analizzando le particelle biochimiche mediante uno spettrometro, riconosce l'eventuale presenza di malattie. In questo modo, in base ai moderni progressi della medicina, potremmo essere in grado di riconoscere ben 17 malattie diverse, tra cui vi sono anche diverse forme di tumore. ACIFRIB (Associazione Centro Italiano Formazione Ricerca Istruzione Benessere)

DONNA, BELLEZZA E PSICOLOGIA 
Da sempre la bellezza (fisica) è stata considerata un valore. 
Da un punto di vista evolutivo, la bellezza rappresenta un forte segnale, relativo alla capacità riproduttiva di una donna, in particolare il rapporto VITA-FIANCHI. I nostri progenitori, consideravano la vita stretta e i fianchi larghi, un "connubio perfetto e vincente" e pertanto preferivano una donna fatta proprio così! 
Anche altre caratteristiche, come quelle facciali, quali ad esempio la luminosità del viso, sono stati sempre considerati di grande importanza nella valutazione di una donna quale potenziale compagna di vita (Fink e Neave, 2005).
Nessuna meraviglia, dunque, se anche la nostra società pone molta attenzione all’estetica, alla bellezza e alla cura del corpo femminile.
Ma cosa succede quando si superano certi limiti?
Purtroppo a volte - a causa anche di pubblicità e programmi televisivi-, il CORPO DELLE DONNE viene considerato quale unica caratteristica in grado di rappresen…

Perchè quando vediamo sbadigliare una persona ci viene anche a noi?

LE DONNE E IL CONTAGIO DELLO SBADIGLIO Quante volte ci è capitato vedere una persona sbadigliare e subito dopo è successo anche a noi. . . Sembra un meccanismo naturale e avviene perchè è legato ai circuiti dell'empatia, cioè quel processo psicologico attraverso il quale, osservare l'altro e quindi la sua mimica facciale, ci induce a provare le sue stesse emozioni. Eppure c'è una differenza tra uomini e donne su questo aspetto! LE DONNE SONO CONTAGIATE DALLO SBADIGLIO MOLTO PIU' SPESSO DEI MASCHI e il contagio è tanto più facile quanto più la persona che ha sbadigliato per prima è emotivamente vicina. Pagina Facebook con tanti altri articoli interessanti che non puoi perdere

Vi è mai capitato di dire il tempo vola? La percezione soggettiva dello scorrere del tempo

Curiosità...Neuropsicologiche ;) IL TEMPO VOLA... Vi è mai capitato di esperire questa sensazione? Vi trovavate immersi in una piacevole situazione e il tempo vi sembrava che accelerasse e con vostra meraviglia si era già fatto tardi. In altre situazioni invece, quando siamo alle prese con un qualcosa di negativo il tempo sembra come "fermarsi". Perchè accade? Questa "dispercezione temporale", è dovuta alla maggiore o minore attività di alcuni neuroni dopaminergici che si trovano nella substantia nigra, una struttura profonda del cervello. Questa stessa struttura cerebrale, è deficitaria anche nei pazienti con morbo di Parkinson
PAGINA FACEBOOK

L'ansia da una prospettiva nuova

Cos'è l'ansia?
Ma siamo proprio sicuri che sia quel mostro da cui tutti dovremmo fuggire? E se in tutti questi anni ci siamo sbagliati? E se ci siamo convinti che era qualcosa di negativo e lo abbiamo creduto così profondamente da starci male per davvero? E se è stata la società stessa, a inculcarci che l'ansia  fosse un qualcosa di negativo, ma in realtà non è vero?
Sono solo alcune delle domande che mi sono posto e che pongo a voi. . .
Personalmente a queste vecchie domande, sto dando delle risposte nuove!

Dott. Antonio Fabozzi
Psicoterapeuta

Pet therapy definizioni contesti applicativi funzionamento

La pet therapy è una terapia dolce, basata sull'interazione uomo-animale che può essere applicata su pazienti con diverse patologie. Ha l'obiettivo di migliorare vari aspetti: comportamentale,fisico, cognitivo psicosociale e psico-emotivo.
Infatti la presenza di un animale permette in molti casi di rafforzare un rapporto emotivo con il paziente e stabilendo un canale di comunicazione PAZIENTE-ANIMALE -MEDICO in grado di favorire la compliance del paziente. 

Gli animali sono piccoli angeli con la coda che non curano solo il nostro fisico ma soprattutto la nostra anima. NICOLETTA PALMA


Per info, contatti e per leggere altri articoli inerenti il mondo dell'educazione, della formazione e della ricerca, visita la Pagina Facebook , dell'Associazione ACIFRIB ( Associazione Centro Italiano Formazione Ricerca Istruzione Benessere)


Strategie educative efficaci per migliorare gli apprendimenti scolastici e diminuire i comportamenti disturbanti

Tuo FIGLIO o l'ALUNNO che segui a scuola, può migliorare?
E' possibile ridurre "CAPRICCI" e comportamenti disturbanti? Esistono diverse metodologie aventi l'obiettivo di migliorare gli apprendimenti scolastici o gli insegnamenti dei genitori e ridurre i comportamenti disturbanti sia a scuola che in famiglia. La maggior parte di queste tecniche sono il risultato di un approccio cognitivo-comportamentale, i cui presupposti teorici si rifanno a un modello "EVIDENCE BASED", ovvero basato sull'evidenza scientifica dei fatti. E' possibile per esempio, VALUTARE in maniera scientifica e certa ( e quindi a livello numerico), i risultati raggiunti da un percorso educativo, avente l'obiettivo di migliorare gli apprendimenti dei bambini o ridurre la frequenza e l'intensità dei comportamenti problematici. ACIFRIB ( Associazione Centro Italiano Formazione Ricerca Istruzione Benessere)
Istituti Scolastici Pubblici e Privati possono contattarci a : Tel …

Circolo vizioso e rapporto della mente e delle emozioni negative con il cibo sovrappeso e obesità

Ecco il Circolo Vizioso, nel rapporto Mente - Corpo e di come le emozioni negative influiscono sul rapporto che abbiamo con il cibo. Il primo passo per perdere peso, è alimentarsi in modo consapevole. Già il semplice venire a conoscenza di questa catena, vi permetterà di acquisire una maggior consapevolezza delle vostre sensazioni. Spesso non si mangia solo quando si ha fame, ma anche quando abbiamo fame di: 1) Affetti; 2) Amore; 3) Amicizie; 4) Soddisfazioni; In breve, spesso il cibo rappresenta un "sostituto".
Dott. Antonio Fabozzi (Psicoterapeuta e Life Coach) Info e contatti Tel 328 71 09 932

Obiettivi educazione accendere il fuoco della curiosità

E' meraviglioso accendere il fuoco della conoscenza e della curiosità nei nostri ragazzi.
L'obiettivo di ogni buon educatore, di ogni docente e di ogni formatore è proprio quello di alimentare e tener sempre vivo il fuoco della conoscenza e della curiosità.
Quando i nostri giovani non seguono le lezioni, prima di incolparli, iniziamo a farci un esame di coscienza.
Dott Antonio Fabozzi  Pagina Ufficiale Facebook Dott. Antonio Fabozzi

Il processo di formazione passa per la passione e per l'amore

La formazione è un processo complesso e per niente scontato. Semplificando il discorso al massimo, affinchè ci sia un passaggio d'informazioni deve verificarsi che:
1) Vi deve essere un formatore, preparato, competente ma soprattutto passionale. Passionale perchè deve amare ciò che fa, solo in questo modo le sue parole passeranno naturalmente alla persona che ha di fronte. Quindi il consiglio del giorno (per insegnanti ed educatori), potrebbe essere di appassionarsi al proprio lavoro, per appassionare chi si ha di fronte.
ACIFRIB Associazione Centro Italiano Formazione Ricerca Istruzione Benessere