Passa ai contenuti principali

Nuovi Criteri diagnosi DSM 5 V Disturbi dell'infanzia Deficit dell'attenzione e dell'Iperattività

A. Un persistente modo di funzionare caratterizzato da disattenzione e / o iperattività-impulsività che interferisce con il funzionamento o lo sviluppo.
CARATTERIZZATO DA 1 e/o 2 ( Disattenzione e/o Iperattività, Impulsività);

1. Disattenzione: Sei (o più) dei seguenti sintomi sono presenti da almeno 6 mesi a un livello che non è coerente con il livello di sviluppo e che negativamente impatti sulle attività sociali e accademiche / professionali:Nota: I sintomi non sono solo una manifestazione "normale" di opposizione, sfida, ostilità, o incapacità di comprendere compiti e istruzioni. Per i giovani adulti e gli adulti ( dai 18 anni in su), sono necessari almeno cinque sintomi.

a. Spesso non riesce a prestare attenzione ai particolari o commette errori di distrazione nei compiti scolastici, lavorativi o durante altre attività (ad esempio, si affaccia o manca dettagli,il lavoro è imprecisa).b. spesso ha difficoltà a mantenere l'attenzione nei compiti o attività di gioco (ad esempio, ha difficoltàrimanendo concentrati durante le lezioni, conversazioni, o lungo la lettura).c. Spesso non sembra ascoltare quando si parla direttamente (ad esempio, la mente sembra altrove,anche in assenza di qualsiasi distrazione ovvio).d. Spesso non segue le istruzioni e non porta a termine i compiti scolastici,faccende, o doveri sul posto di lavoro (ad esempio, inizia compiti ma presto perde l'attivazione eè facilmente distrarre).e. Spesso ha difficoltà a organizzarsi nei compiti e attività (ad esempio, difficoltà a gestire sequenzialecompiti; difficoltà a tenere i materiali e gli oggetti in ordine; disordinato, disorganizzatolavoro; ha cattiva gestione del tempo; non riesce a rispettare le scadenze).f. Spesso evita, prova avversione, o è riluttante ad impegnarsi in compiti che richiedono sostenutasforzo mentale (ad esempio, a scuola oa casa, per gli adolescenti più grandi e adulti,rapporti di preparazione, la compilazione dei moduli, la revisione lunghi documenti).g. Spesso perde le cose necessarie per compiti o attività (ad esempio, materiali scolastici, matite,libri, strumenti, portafogli, chiavi, papenwork, occhiali, telefoni cellulari).h. Viene spesso facilmente distratto da stimoli estranei (per gli adolescenti e anzianigli adulti, possono includere pensieri estranei).io. È spesso sbadato nelle attività quotidiane (per esempio, le faccende che fanno, fare commissioni, per anzianiadolescenti e adulti, che tornano chiamate, pagare le bollette, mantenendo appuntamenti).

2. Iperattività e impuisivity: Sei (o più) dei seguenti sintomi sono persistentiper almeno 6 mesi a un grado che non è coerente con il livello di sviluppo e che gli impatti negativamente direttamente sul attività sociali e accademiche / professionali:Nota: I sintomi non sono solo una manifestazione di opposizione comportamento, sfida,l'ostilità, o un fallimento per capire i compiti o le istruzioni. Per gli adolescenti più anzianie adulti (di età 17 e più anziani), sono necessari almeno cinque sintomi.a. Spesso agita con o rubinetti mani o piedi o si dimena sulla sedia.b. spesso lascia posto in situazioni in cui rimanere seduti è previsto (ad esempio, foglieil suo posto in classe, in ufficio o altri luoghi di lavoro, o in altrisituazioni che richiedono rimanendo sul posto).c. corre spesso circa o si arrampica in situazioni in cui è inadeguato. (Nota: In adolescentio adulti, possono essere limitate a sensazione di irrequietezza.)d. Spesso in grado di giocare o impegnarsi in attività di svago tranquillamente.e. È spesso "in movimento," agire come se "azionato da un motore" (ad esempio, è in grado di essere o disagio essendo ancora per il tempo prolungato, come nei ristoranti, meeting; può esseresperimentato da altri come irrequietezza o difficile tenere il passo con).f. Spesso parla eccessivamente.g. sbotta spesso fuori una risposta prima di una domanda è stata completata (ad esempio, completafrasi della gente; non può aspettare turno in conversazione).h. spesso ha difficoltà aspettando il proprio turno (ad esempio, durante l'attesa in linea).i. Spesso interrompe o si intromette su altri (ad esempio, mozziconi in conversazioni, giochi, oattività; possono iniziare a utilizzare le cose altrui senza chiedere o ricevere il permesso;per gli adolescenti e gli adulti, può sconfinare in o prendere su ciò che gli altrista facendo).B. Diversi sintomi disattenti o iperattivo-impulsivo erano presenti prima dell'età12 anni.C. Diversi sintomi disattenti o iperattivi-impulsivi sono presenti due o più impostazioni(Per esempio, a casa, a scuola o lavoro, con amici o parenti, in altre attività).D. C'è una chiara evidenza che i sintomi interferiscono con, o ridurre la qualità di, sociale,accademica, o il funzionamento del lavoro.E. I sintomi non si verificano esclusivamente durante il decorso della schizofrenia o un'altradisturbi psicotici e non sono meglio spiegato da un altro disturbo mentale (ad esempio, l'umoredisordine, disturbo d'ansia, disturbi dissociativi, disturbi della personalità, intossicazione da sostanzao il ritiro).

Specificare se:314,01 (F90.2) combinato presentazione: Se entrambi Criterio A1 (disattenzione) e CriterionA2 (iperattività-impulsività) sono soddisfatte per gli ultimi 6 mesi.314.00 (F90.0) presentazione prevalentemente disattento: Se Criterio A1 (disattenzione)si incontra ma Criterio A2 (iperattività-impulsività) non è soddisfatta per gli ultimi 6 mesi.314,01 (F90.1) Prevalentemente iperattivo / impulsivo presentazione: Se Criterio A2 (hyperactivity-impulsività) è soddisfatta e il criterio A1 (disattenzione) non è soddisfatta per gli ultimi 6 mesi.Specificare se:in remissione parziale: Quando pienamente i criteri in precedenza erano soddisfatte, meno di tutti i criterisono stati soddisfatti per gli ultimi 6 mesi, ed i sintomi ancora causare compromissionesociale, scolastico, o il funzionamento lavorativo.Specificare la gravità attuale:lUlild: Pochi, se del caso, i sintomi superiori a quelle necessarie per fare la diagnosi sonopresenti, ed i sintomi non provocano disturbi più di minori nel sociale o lavorativofunzionamento.Moderato: Sintomi o compromissione funzionale tra "mild" e "gravi" sono presenti.
Grave: Molti sintomi superiori a tliose necessari per Mal <diagnosi tlie e, o più
sintomi che sono particolarmente gravi, sono presenti, oi sintomi risultato in marcata
menomazione nel funzionamento sociale o lavorativo.

Commenti

Post popolari in questo blog

PRENDITI CURA DI TE E IMPARA A VOLERTI BENE

ANSIA, DEPRESSIONE E ATTACCHI DI PANICO....Stop! 
Da oggi si cambia e si migliora! 

Sono i pensieri ad essere il vero problema. Se li modifichi puoi cambiare tutta la tua vita e dargli finalmente la direzione giusta.
Non è difficile cambiare...
Ma c'è bisogno di allenarsi per farlo.
Ti insegno come fare e resterai meravigliato di quanto in realtà fosse semplice.

Prima Incontro Gratuito per i fan della Pagina Facebook Ufficiale. 
Pagina Facebook: Dott Antonio Fabozzi Psicoterapeuta 

Riceve a Saviano (Napoli), Roma, Trieste.
Contatti: Telefono 328 71 09 932
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/dottantonio.fabozzi?ref=hl

(E' possibile per casi gravi prenotare una visita domiciliare)

Guida pratica destinata ai genitori per l'educazione dei propri figli

Sei un #genitore in preda ai capricci del tuo #bambino?
Dietro un "#capriccio" vi è sempre un significato.
Il mio manuale "Genitori Help", è una guida pratica ove sono raccolti consigli pratici per aiutare i genitori nell' #educazione del proprio bambino.
Il tutto corredato da esempi chiari e concreti.
Puoi prenotare sia la versione cartacea, sia formato e-book, in pdf.
Per info commenta, invia  un messaggio o contatta telefonicamente.

Dott. Antonio Fabozzi
Psicologo e Psicoterapeuta

Pensieri nel dormiveglia

Nelle madide notti, tra il buio più nero della pece e il dormiveglia che ti fascia come un lenzuolo, sovente scorgi dei pensieri leggeri e vacui; pensieri scaltri ed altri blandi, eppure in ciascuno di questi pensieri vi sono nascoste delle insondabili verità. Solo nel dormiveglia il nostro Io, riesce a farle uscire di tanto in tanto. E' probabile che la coscienza si spaventerebbe di fronte al con...tenuto di questi pensieri. Jung ad esempio parlava in questo caso di una forma di pensiero "non indirizzato", in cui il linguaggio sarebbe poco logico, eppur ricco di contenuti importanti e significativi appartenenti alla vera essenza della persona. Conoscersi potrebbe voler dire, scandagliare tali contenuti; il problema è che tali pensieri sono effimeri, perchè nel momento in cui si cerca di coglierli, il pensiero diventa "indirizzato" e quindi non più fluido, e naturale; è per questo che tali pensieri sono ad oggi, ancora poco conosciuti e poco studiati. Ma quanta…