Passa ai contenuti principali

Psicologia alimentazione dieta

Vuoi perdere peso? Il problema è nella testa. 
Ormai è ampiamente riconosciuto e dimostrato. Per essere sempre in forma e avere un fisico all'altezza dei propri ideali, è questione di "testa", ossia di forza di volontà, idonee abitudini alimentari, basso livello di stress. Per fortuna è possibile fare tantissimo per la nostra mente e quindi anche per il nostro corpo. In Oriente sono ormai anni che non si fa più distinzione alcuna tra mente-corpo, essendo considerate un "tutt'uno". Quante diete sono fallite, quante volte ci siamo ritrovati a riprendere più chili di prima; vi siete mai chiesti il motivo? Il motivo è che il seguire in maniera ferrea una dieta, non ci fa imparare nulla di nuovo, e puntualmente dopo un po' di tempo, ritorniamo a comportarci allo stesso modo di prima, quindi ritorniamo a mangiare le stesse cose, con le stesse modalità, con gli stessi tempi e schemi. E' per questo di vitale importanza l'apporto della psicologia, l'unica scienza che studia proprio per definizione il comportamento umano.
Dott Antonio Fabozzi Psicologo
Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale
Sede Saviano (na).
Per Appuntamento tel 328 71 09 932

Commenti

  1. Provi a dire a un malato di tiroide o altre patologie che hanno come effetto un aumento ponderale che il suo eccesso di peso è dovuto a un errato comportamento, è come chiamare stupido il paziente o il suo medico, o semplicemente è lei che dimentica che gli eccessi di peso possono sì avere origine comportamentale, ma di sicuro non è l'unica radice del "problema" come invece fa capire lei.
    Tali affermazioni sono fuorvianti per chi legge, facendo quasi capire che per risolvere i problemi di eccessi ponderale ora bisogna rivolgersi allo psicologo.
    Dice bene quando però afferma che il SUPPORTO psicologico è (spesso ma non sempre) importante (dipende se la condizione ha origine psicologico-comportamentale, altrimenti è praticamente inutile).
    Saluti.

    RispondiElimina
  2. Salve utente, sono realmente rammaricato dell'equivoco. E' naturale che un malato di tiroide è seguito da un endocrinologo e almeno in parte non afferisce ad un consulto psicologico. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che tutti i sistemi sono totalmente interconnessi. La moderna medicina comportamentale, la psicosomatica e la pnei, (psiconeuroendocrinoimmunologia), parlano dell'uomo come di un sistema complesso ove mente e corpo si influenzano reciprocamente. Pertanto l'intervento psicologico, specie negli ultimi tempi, lo si sta associando a molte di quelle patologie che un tempo erano considerate esclusivamente "mediche", "organiche". Oggi si tende a vedere la malattia (qualsiasi malattia), in maniera più complessa, come un qualcosa che è la risultante di più fattori (genetici, ambientali e psicologici) è la cosiddetta triade biopsicosociale.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

PRENDITI CURA DI TE E IMPARA A VOLERTI BENE

ANSIA, DEPRESSIONE E ATTACCHI DI PANICO....Stop! 
Da oggi si cambia e si migliora! 

Sono i pensieri ad essere il vero problema. Se li modifichi puoi cambiare tutta la tua vita e dargli finalmente la direzione giusta.
Non è difficile cambiare...
Ma c'è bisogno di allenarsi per farlo.
Ti insegno come fare e resterai meravigliato di quanto in realtà fosse semplice.

Prima Incontro Gratuito per i fan della Pagina Facebook Ufficiale. 
Pagina Facebook: Dott Antonio Fabozzi Psicoterapeuta 

Riceve a Saviano (Napoli), Roma, Trieste.
Contatti: Telefono 328 71 09 932
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/dottantonio.fabozzi?ref=hl

(E' possibile per casi gravi prenotare una visita domiciliare)

Guida pratica destinata ai genitori per l'educazione dei propri figli

Sei un #genitore in preda ai capricci del tuo #bambino?
Dietro un "#capriccio" vi è sempre un significato.
Il mio manuale "Genitori Help", è una guida pratica ove sono raccolti consigli pratici per aiutare i genitori nell' #educazione del proprio bambino.
Il tutto corredato da esempi chiari e concreti.
Puoi prenotare sia la versione cartacea, sia formato e-book, in pdf.
Per info commenta, invia  un messaggio o contatta telefonicamente.

Dott. Antonio Fabozzi
Psicologo e Psicoterapeuta

Pensieri nel dormiveglia

Nelle madide notti, tra il buio più nero della pece e il dormiveglia che ti fascia come un lenzuolo, sovente scorgi dei pensieri leggeri e vacui; pensieri scaltri ed altri blandi, eppure in ciascuno di questi pensieri vi sono nascoste delle insondabili verità. Solo nel dormiveglia il nostro Io, riesce a farle uscire di tanto in tanto. E' probabile che la coscienza si spaventerebbe di fronte al con...tenuto di questi pensieri. Jung ad esempio parlava in questo caso di una forma di pensiero "non indirizzato", in cui il linguaggio sarebbe poco logico, eppur ricco di contenuti importanti e significativi appartenenti alla vera essenza della persona. Conoscersi potrebbe voler dire, scandagliare tali contenuti; il problema è che tali pensieri sono effimeri, perchè nel momento in cui si cerca di coglierli, il pensiero diventa "indirizzato" e quindi non più fluido, e naturale; è per questo che tali pensieri sono ad oggi, ancora poco conosciuti e poco studiati. Ma quanta…