Passa ai contenuti principali

INSERISCI I TUOI ARTICOLI

NEL PRESENTE SPAZIO, NELL'AREA COMMENTI, PUOI INSERIRE I TUOI ARTICOLI RIGUARDANTI LA PSICOLOGIA, LA MEDICINA E IL BENESSERE A 360°.
GLI AUTORI DEGLI ARTICOLI SARANNO I SOLI RESPONSABILI DEI CONTENUTI PUBBLICATI. GLI AMMINISTRATORI DECLINANO OGNI RESPONSABILITA' RISPETTO AI CONTENUTI PUBBLICATI DA TERZI  E DA EVENTUALI DANNI PROVOCATI DA QUEST'ULTIMI.

Commenti

  1. La musicoterapia vocale e la balbuzie
    La balbuzie è una disfluenza dell’espressione verbale vocale sonora, caratterizzata dalla presenza di ripetizioni di sillabe, prolungamenti arresti, e pause accompagnate da sentimenti negativi. È proprio a causa di questi sentimenti negativi che la balbuzie diventa un disturbo comunicativo invalidante, con capacità camaleontica da spaventare ogni soggetto disfluente e farlo sentire inadeguato alle varie dimensioni della comunicazione. La balbuzie non è un disturbo della parola detta, ma è un disturbo della parola detta-ascoltata. Infatti i pazienti, non balbettano mai quando parlano, leggono o ripetono da soli, ma, quando portano all’esterno le stesse parole nel contesto relazionale, si scatenano dei veri uragani formati da sillabe e fonemi. Non tutte le persone affette da questa patologie, balbettano allo stesso modo. Infatti possiamo dire che ogni disfluente balbetta in modo diverso dall’altro. Se volessimo usare una metafora, assomiglierebbe a un impronta digitale, unica ed incomparabile. Proprio per questo il paziente ogni volta che apre le porte alla comunicazione gioca una partita a dadi con la propria balbuzie, anche perché non sa o non preferisce sapere se i dadi sono truccati. Per chi balbetta il mondo è diviso in due categorie di interlocutori: i liberi e i prigionieri. Dato che lui ha la sfortuna di appartenere alla seconda categoria si aspetta di avere riguardo e compassione da quelli che hanno la fortuna di appartenere ai soggetti fluenti. Ecco qui che scatta la “pretesa” di essere esentato o avere degli sconti esistenziali: niente compiti o commissioni verbali, niente situazioni comunicative-relazionali diverse da quelle abitudinali. Purtroppo l’esonero delle prestazioni verbali e sociali porta all’esonero della vita. Chi balbetta ha una grande abilità nelle condotte di evitamento ma tutto ciò crea ansie e timori, e l’ansia e i timori crescono sempre più da avere sempre di più un maggior numero di evitamenti . Tutti coloro che balbettano negli anni hanno sperato invano che la balbuzie smarrisse il proprio indirizzo, ma si sa che non è stato cosi, quindi si sono rassegnati e arresi, mettendo in mostra la propria bandiera bianca.
    Cosa può fare la logopedia per la balbuzie? Molto poco! E’ come curare il tumore con l’aspirina. Certo non è il caso di disprezzare l’umiltà di un trattamento logopedico, ma valorizzare il suo modesto contributo.
    La terapia che il centro prontoparola e il suo team, ha deciso di utilizzare è una terapia non del tutto logopedica, ma neanche del tutto psicoterapeutica, ma le racchiude entrambe. La musicoterapia utilizza il suono e la musica come strumenti primari in quanto è scientificamente provato che questi sono in grado di ristabilire i ritmi organici fondamentali come il ritmo cardiorespiratorio e di favorire rilassamento muscolare; inoltre stimola in uguale misura i due emisferi del nostro cervello. Infatti nei primi giorni di corso andiamo a sfruttare e a lavorare con la musicoterapia vocale (esercizi fonici su consonanti e fonemi vari) che viene svolta in gruppo dando la possibilità di allenare la parte motoria verbale e la parte sonora per cancellare il feedback negativo dei suoni balbettati e non armonici. In seconda battuta c’è l’approccio posturale finalizzato al raggiungimento di uno schema corporeo efficiente che,grazie a una maggiore stabilità, permette di “arginare” tutti quei movimenti involontari tipici della balbuzie (es.spasmi,tic,ecc),di ottenere un completo controllo della propria motricità e di rendere definitivi i risultati di fluenza ottenuti; La terza fase abbracci l’approccio cognitivo comportamentale per imparare a coordinare emozioni e comportamenti,intimamente connessi al modo in cui ciascuno percepisce la propria “balbuzie”.


    Alberto Carino – musicoterapista
    Centro recupero balbuzie PRONTOPAROLA
    www.prontoparola.it
    prontoparola@gmail.com 3423145560

    RispondiElimina
  2. 19 e 20 SETTEMBRE 2014
    h. 9.30 – 18.30
    SEMINARIO INTENSIVO DI IPNOSI

    FORMAZIONE INTENSIVA TEORICO-ESPERIENZIALE
    Il modulo è un percorso formativo completo della durata di 16 ore didattiche nelle giornate di venerdì e sabato presso la Sede di Prato di via Giotto 49, durante il quale saranno affrontati i principali elementi della psicoterapia ericksoniana e al termine del quale viene rilasciato attestato di partecipazione.

    PERCHE' UNA FORMAZIONE INTENSIVA DI IPNOSI?
    L'Ipnosi Clinica, come strumento di intervento psicoterapeutico, ha assunto un'identità e una rilevanza riconosciuta nel mondo accademico e scientifico. Le numerose tecniche di indagine neuroscientifica, dalla Risonanza Magnetica Nucleare (iRMN) alle tecniche di Elettroencefalografia (EEg) hanno sviluppato una profonda conoscenza delle alterazioni neuropsicologiche connesse alle modificazioni degli stati di coscienza. L'utilizzo clinico dell'ipnosi, in particolare, ha messo in luce le enormi potenzialità del modello ericksoniano, un approccio di psicoterapia che utilizza strumenti pratici di intervento psicologico col paziente. Tale approccio, sviluppato da Milton Erickson, ha influenzato le moderne terapie brevi, grazie anche alla sua elevata efficacia ed efficienza terapeutica.

    Nell'attuale panoramica delle psicoterapie è sempre più importante l'utilizzo integrato di tecniche ed elementi terapeutici provenienti da altri approcci in un mondo che diviene via via più complesso e interattivo. Il presente workshop si propone di affrontare i principali elementi della psicoterapia ericksoniana fornendo agli allievi le tecniche essenziali dell'ipnosi in ambito clinico.

    DESTINATARI
    Il seminario intensivo di ipnosi è rivolto a Psicoterapeuti anche in formazione iscritti all’albo degli Psicologi o all’albo dei Medici.

    SEDE DEL CORSO
    Via Giotto 49 Prato google maps http://goo.gl/maps/MZmIIa pochi passi da Stazione Centrale presso il Polo Psicodinamiche di Prato, Agenzia formativa accreditata dalla Regione Toscana, Scuola di Psicoterapia Erich Fromm riconosciuta dal MIUR. Certificazione di Qualità ISO 9001 DNV Italia.
    A due passi dal Polo Ristorante Snack Bar Forever (convenzione LUNCH 6 €)
    A 500 mt dal Polo Ostello Magnolfi Nuovo (convenzione Camera singola 23 €)

    COSTI E ISCRIZIONI
    Il seminario ha un costo di euro 150,00.

    MODALITA’ DI PAGAMENTO
    Tramite BB sul c/c intestato a SEF Srl presso una delle nostre banche:
    × BNL SEDE DI PRATO – IBAN : IT91Q0100521500000000003512
    × C/C BANCOPOSTA 1000876951 intestato a SEF Società Erich Fromm Polo Psicodinamiche S.R.L
    × Tramite Paypal alla mail ceo@polopsicodinamiche.com


    ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE
    Al termine del week-end del Seminario Intensivo di Ipnosi, sarà consegnato a ciascun partecipante, l’attestato di partecipazione.

    Programma del fine settimana del 19 e 20 settembre 2014: http://www.eventbrite.it/e/biglietti-seminario-intensivo-di-ipnosi-ericksoniana-12428117835?fb_aggregation_id=288381481237582&fb_source=aggregation&fb_action_ids=10204516648940075&fb_action_types=og.likes

    PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI:
    e-mail: segreteria@polopsicodinamiche.com
    tel. 0574.603222
    www.polopsicodinamiche.com

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

PRENDITI CURA DI TE E IMPARA A VOLERTI BENE

ANSIA, DEPRESSIONE E ATTACCHI DI PANICO....Stop! 
Da oggi si cambia e si migliora! 

Sono i pensieri ad essere il vero problema. Se li modifichi puoi cambiare tutta la tua vita e dargli finalmente la direzione giusta.
Non è difficile cambiare...
Ma c'è bisogno di allenarsi per farlo.
Ti insegno come fare e resterai meravigliato di quanto in realtà fosse semplice.

Prima Incontro Gratuito per i fan della Pagina Facebook Ufficiale. 
Pagina Facebook: Dott Antonio Fabozzi Psicoterapeuta 

Riceve a Saviano (Napoli), Roma, Trieste.
Contatti: Telefono 328 71 09 932
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/dottantonio.fabozzi?ref=hl

(E' possibile per casi gravi prenotare una visita domiciliare)

Pensieri nel dormiveglia

Nelle madide notti, tra il buio più nero della pece e il dormiveglia che ti fascia come un lenzuolo, sovente scorgi dei pensieri leggeri e vacui; pensieri scaltri ed altri blandi, eppure in ciascuno di questi pensieri vi sono nascoste delle insondabili verità. Solo nel dormiveglia il nostro Io, riesce a farle uscire di tanto in tanto. E' probabile che la coscienza si spaventerebbe di fronte al con...tenuto di questi pensieri. Jung ad esempio parlava in questo caso di una forma di pensiero "non indirizzato", in cui il linguaggio sarebbe poco logico, eppur ricco di contenuti importanti e significativi appartenenti alla vera essenza della persona. Conoscersi potrebbe voler dire, scandagliare tali contenuti; il problema è che tali pensieri sono effimeri, perchè nel momento in cui si cerca di coglierli, il pensiero diventa "indirizzato" e quindi non più fluido, e naturale; è per questo che tali pensieri sono ad oggi, ancora poco conosciuti e poco studiati. Ma quanta…

Guida pratica destinata ai genitori per l'educazione dei propri figli

Sei un #genitore in preda ai capricci del tuo #bambino?
Dietro un "#capriccio" vi è sempre un significato.
Il mio manuale "Genitori Help", è una guida pratica ove sono raccolti consigli pratici per aiutare i genitori nell' #educazione del proprio bambino.
Il tutto corredato da esempi chiari e concreti.
Puoi prenotare sia la versione cartacea, sia formato e-book, in pdf.
Per info commenta, invia  un messaggio o contatta telefonicamente.

Dott. Antonio Fabozzi
Psicologo e Psicoterapeuta