Passa ai contenuti principali

Sorridere sempre

Sorridere sempre allunga la vita

Le ultime ricerche hanno rivelato che anche il far semplicemente una smorfia che somigli ad un sorriso, può produrre un'emozione positiva. Nello specifico funziona cosi, se io atteggio il mio viso ad un sorriso, questo movimento, essendo stato associato in precedenza, numerose volte all'emozione di gioia e felicità, finisce con il produrre (almeno in parte), un'emozione positiva. Questa è quella che si definisce teoria del feedback facciale.

Della presente teoria vi sono "due versioni": nella versione che potremmo definire "Forte", gli studiosi sono pronti ad affermare che il semplice atteggiare il viso come per fare un sorriso è in grado di elicitare, ossia produrre, l'emozione di Felicità; nella versione "Debole", invece gli studiosi sostengono che i muscoli facciali sono in grado "solo" di incrementare l'intensità dell'emozione e non di produrla. Per la versione debole le evidenze scientifiche non mancano.

Alla base di questa teoria, sostenuta con forza dal grande studioso delle emozioni Ekman, vi è l'assunto in base al quale le emozioni sono degli "stati", a base innata e quindi anche geneticamente tramandati, pertanto ad ogni emozione corrisponderebbe una particolare configurazione muscolare specifica. In questo modo nel momento in cui vengono "mossi" in modo volontario quei muscoli a cui è collegata -ossia, associata da sempre quella determinata emozione-, l'individuo riesce anche a provarla. Questo vuol dire che il feedback proveniente dai muscoli facciali influisce sull'emozione provata; quindi se è vero da un lato che sorridiamo perchè siamo felici, è anche vero che finiamo per essere felici perchè sorridiamo. Tuttavia va sempre aggiunto l'importantissimo ruolo che ha l'elaborazione cognitiva nell'influenzare una particolare emozione. Quindi se da un lato il feedback proveniente dai muscoli facciali può spiegare parte della genesi di un'emozione è da ricordare sempre che un'emozione è anche il risultato di quello che pensiamo rispetto a quel determinato evento.

Dott. Fabozzi Antonio Psicologo Clinico Indirizzo Cognitivo Comportamentale

Per Contatti 328 71 09 932

Pagina Facebook

https://www.facebook.com/dottantonio.fabozzi

Commenti

Post popolari in questo blog

PRENDITI CURA DI TE E IMPARA A VOLERTI BENE

ANSIA, DEPRESSIONE E ATTACCHI DI PANICO....Stop! 
Da oggi si cambia e si migliora! 

Sono i pensieri ad essere il vero problema. Se li modifichi puoi cambiare tutta la tua vita e dargli finalmente la direzione giusta.
Non è difficile cambiare...
Ma c'è bisogno di allenarsi per farlo.
Ti insegno come fare e resterai meravigliato di quanto in realtà fosse semplice.

Prima Incontro Gratuito per i fan della Pagina Facebook Ufficiale. 
Pagina Facebook: Dott Antonio Fabozzi Psicoterapeuta 

Riceve a Saviano (Napoli), Roma, Trieste.
Contatti: Telefono 328 71 09 932
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/dottantonio.fabozzi?ref=hl

(E' possibile per casi gravi prenotare una visita domiciliare)

Pensieri nel dormiveglia

Nelle madide notti, tra il buio più nero della pece e il dormiveglia che ti fascia come un lenzuolo, sovente scorgi dei pensieri leggeri e vacui; pensieri scaltri ed altri blandi, eppure in ciascuno di questi pensieri vi sono nascoste delle insondabili verità. Solo nel dormiveglia il nostro Io, riesce a farle uscire di tanto in tanto. E' probabile che la coscienza si spaventerebbe di fronte al con...tenuto di questi pensieri. Jung ad esempio parlava in questo caso di una forma di pensiero "non indirizzato", in cui il linguaggio sarebbe poco logico, eppur ricco di contenuti importanti e significativi appartenenti alla vera essenza della persona. Conoscersi potrebbe voler dire, scandagliare tali contenuti; il problema è che tali pensieri sono effimeri, perchè nel momento in cui si cerca di coglierli, il pensiero diventa "indirizzato" e quindi non più fluido, e naturale; è per questo che tali pensieri sono ad oggi, ancora poco conosciuti e poco studiati. Ma quanta…

Guida pratica destinata ai genitori per l'educazione dei propri figli

Sei un #genitore in preda ai capricci del tuo #bambino?
Dietro un "#capriccio" vi è sempre un significato.
Il mio manuale "Genitori Help", è una guida pratica ove sono raccolti consigli pratici per aiutare i genitori nell' #educazione del proprio bambino.
Il tutto corredato da esempi chiari e concreti.
Puoi prenotare sia la versione cartacea, sia formato e-book, in pdf.
Per info commenta, invia  un messaggio o contatta telefonicamente.

Dott. Antonio Fabozzi
Psicologo e Psicoterapeuta